L’esistenza di un collegamento tra cervello e intestino è un tema molto discusso e una recente ricerca fornisce nuovi dati per una sua migliore comprensione.

Secondo uno studio pubblicato su Brain, Behavior, and Immunity dello scorso mese, l’assunzione di probiotici potrebbe aiutare a ridurre i pensieri negativi associati al cattivo umore.

Alcuni ricercatori olandesi hanno condotto uno studio per osservare l’effetto della somministrazione di una formula contenente probiotici (lattobacilli e bifidobatteri) sui sintomi di malinconia in 40 soggetti sani, senza disturbi dell’umore.
Prima e dopo lo studio i partecipanti hanno compilato un questionario per valutare la risposta all’umore triste, ai sintomi depressivi e di ansietà.
Al termine delle 4 settimane di somministrazione il gruppo che aveva assunto la miscela di probiotici aveva ridotto la risposta cognitiva rispetto al gruppo placebo, con la diminuzione del pensiero depressivo (ruminazione) e dell’aggressività, ottenendo un miglioramento complessivo dell’umore.

Secondo i ricercatori, questo studio è il primo che dimostra come un intervento con probiotici possa influenzare i meccanismi cognitivi che determinano vulnerabilità ai disturbi dell’umore. Tra le ipotesi considerate, l’aumento dei livelli di triptofano nell’intestino e, potenzialmente, la facilitazione del turnover della serotonina nel cervello. È anche proposta la stimolazione del nervo vago, con il risultato del miglioramento del tono dell’umore, come possibile meccanismo.

Negli ultimi decenni la somministrazione di probiotici è stata ampiamente utilizzata con risultati soddisfacenti contro vari tipi di diarrea, stipsi, disturbi digestivi, dispepsia, malattie allergiche, ipercolesterolemia, disturbi ginecologici, infezioni delle vie urinarie e malattie intestinali di natura infiammatoria.

Inoltre vi sono evidenze che suggeriscono come alcuni probiotici possano legare e inattivare alcuni cancerogeni, inibire la crescita di alcuni tumori e inibire i batteri in grado di convertire i pro-carcinogeni in carcinogeni, anche se sono necessari altri studi per confermare queste risultati.

 

Bibliografia
Steenbergen L et al. A randomized controlled trial to test the effect of multispecies probiotics on cognitive reactivity to sad mood. Brain, Behavior, and Immunity, Volume 48, Issue null, Pages 258-264.

 

Scopri Mega Acidophilus , integratore di probiotici.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>