Ognuno di noi si occupa regolarmente di fare le pulizie in casa, lavare le stoviglie, aspirare la propria automobile, e così via. Se un elettrodomestico è guasto, lo si porta a riparare e se non è riparabile lo si sostituisce con uno nuovo. Ma per qualche remota ragione si rimanda sempre la “revisione” del proprio organismo, fino a quando, puntualmente, non si verifica un “serio guasto”, per cui rimandare non si può più. Tuttavia nell’organismo, proprio come nella casa in cui viviamo, si accumulano polvere e sporco, cioè sostanze nocive di vario genere chiamate tossine che possono indurre seri scompensi.

In pratica succede quindi che per tutta la vita maltratti o comunque gestisci male le esigenze del tuo organismo, ad esempio, seguendo un’alimentazione sbagliata, serbando emozioni e pensieri negativi, respirando in modo sbagliato, acquisendo abitudini malsane e seguendo orari sballati: è questo lo stile di vita odierno. Non sorprende quindi che provi costantemente stanchezza, che hai sonno anche se hai dormito tutta la notte, che non hai voglia di svolgere del lavoro, e che anche dopo il fine settimana ti senti a pezzi.

Quanto spesso sei solito “fare le pulizie” del tuo corpo inteso come organismo? Credi forse che l’organismo sia in grado di purificarsi da solo? Certamente in condizioni ideali dovrebbe essere così, ma purtroppo molti trattano il proprio corpo in modo tale che l’organismo stesso perde la sua capacità originaria di depurarsi da solo.

La maggior parte delle malattie che affliggono l’uomo contemporaneo insorgono a causa dell’accumulazione di veleni nocivi per le cellule e di un insufficiente apporto di nutrienti che derivano dal cibo. In altre parole, il 95% dei problemi è generato da uno scorretto stile di vita e solo il 5% è il risultato di fattori genetici o altri fattori. Molto spesso i nostri avvelenatori si celano dietro attraenti confezioni e nomi inoffensivi: un’alimentazione povera di nutrienti, la cattiva qualità dell’acqua che beviamo, le sostanze nocive contenute negli alimenti e nelle bevande (ben celate dall’inoffensiva lettera E seguita da un numero), il contatto diretto con le sostanze tossiche dei detersivi chimici e con le tossine dei cosmetici e dei profumi…E questa non è che una parte della lunga lista di pericoli che affrontiamo quotidianamente.

Quando l’accumulo di scorie e la malnutrizione delle cellule si accentuano, l’organismo degrada gradualmente verso una condizione di stress che influenzerà negativamente anche il regolare funzionamento cellulare. La fase successiva è rappresentata da possibili alterazioni nei diversi organi, da cui può derivare il malfunzionamento di alcuni apparati. È solo in questa fase, o raramente poco prima, che ci rivolgiamo al medico, essendone costretti, poiché questa condizione è ciò che la medicina tradizionale chiama “malattia”.

Quando nell’organismo si accumulano scorie tutti gli organi, il sangue e le cellule s’intasano di tossine e in tal modo le sostanze nutritive non giungono più alle cellule. Ciò significa che l’efficienza metabolica, la sintesi degli ormoni e dei neurotrasmettitori sono in qualche modo alterate. Tutto questo si manifesta attraverso un forte affaticamento, debolezza muscolare, gas gastrointestinali, dolori diffusi in tutto il corpo, depressione, problemi di memoria e concentrazione. Sono sintomi che si manifestano quando è già un’enorme quantità di cellule ad essere interessata dal fenomeno, ma non è ancora tardi per cambiare.

Il problema della purificazione dell’organismo (disintossicazione) è di grande attualità in tutto il mondo; ma cosa vuol dire realmente “purificare l’organismo”? La purificazione dell’organismo consiste nel riuscire a legare le sostanze nocive biologiche e chimiche (tossine)ed espellerle dall’organismo.

Scopri fino a che punto sei carico di tossine seguendo il mio blog.