La Spirulina è un’alga azzurra unicellulare dalla forma stretta ed allungata (non supera il mezzo millimetro). Diffusa nelle acque salmastre, privilegia le zone tropicali e subtropicali dove si avvantaggia del pH idrico alcalino che le caratterizza.

Nonostante rientri nella categoria delle alghe azzurre, la Spirulina è di colore verde scuro, tonalità che le viene donata dalla presenza di clorofilla, i cui pigmenti coprono i riflessi bluastri della policianina e quelli gialli dei carotenoidi.

Il nome Spirulina deriva invece dalla forma di quest’alga che ricorda, come si intuisce dal suo stesso nome, quella di una spirale.

La Spirulina è particolarmente ricca di proteine, amminoacidi essenziali e lipidi. I grassi in essa contenuti appartengono alla grande famiglia dei mono e dei polinsaturi, con netta prevalenza degli omega-6 rispetto agli omega-3 e con elevate quantità di acido gamma

linolenico; questi nutrienti, se ben bilanciati tra loro, sono considerati in grado di normalizzare i livelli di colesterolo nel sangue, partecipare alla formazione delle guaine mieliniche che rivestono i nervi e migliorare la funzionalità del sistema immunitario. Affinché ciò avvenga sarebbe opportuno bilanciare il rapporto omega6/omega tre della propria dieta con l’aiuto di un nutrizionista, considerando anche l’eventuale integrazione con alga spirulina.

Tra le vitamine abbondano il tocoferolo, il Β-carotene, l’inositolo ed alcune vitamine del gruppo B. Discreto anche il contenuto di minerali, tra i quali non rientra però lo iodio, elemento che abbonda soprattutto nelle alghe marine (fucus e laminaria).

L’accoppiata vitaminica ACE (carotenoidi, acido ascorbico e tocoferolo) + ficobiline ed altri pigmenti (es. clorofilla), conferisce alla Spirulina proprietà antiossidanti degne di nota . Grazie a queste sue caratteristiche l’alga Spirulina è potenzialmente in grado di proteggere dai radicali liberi e dai danni che questi causano all’organismo (invecchiamento precoce, malattie neurodegenerative, alcune forme tumorali e malattia aterosclerotica).

L’utilizzo alimentare della Spirulina è molto antico, pare infatti risalga al tempo dei Romani che la destinavano all’alimentazione delle popolazioni africane (Spirulina platensis). Quest’alga era presente anche nella dieta delle civiltà precolombiane (Spirulina maxima); tale tradizione venne riportata dal “conquistador” spagnolo Cortés che nei primi anni del ‘500 assoggettò l’impero Atzeco.

Oggi gli integratori a base di spirulina sono molto in voga tra gli sportivi e tra chi desidera raggiungere in fretta il proprio peso forma o cerca un’alternativa naturale agli integratori multivitaminici-minerali e ricostituenti di sintesi. Nel primo caso viene sfruttato l’elevato contenuto di vitamine e minerali che fungono da cofattori enzimatici per sostenere la produzione energetica durante uno sforzo muscolare particolarmente intenso. Gli sportivi possono avvantaggiarsi anche dell’ottimo apporto vitaminico della Spirulina e delle sue preziose proprietà antiossidanti (l’attività fisica, pur migliorando i sistemi endogeni di smaltimento, produce molti radicali liberi).

L’elevatissimo contenuto proteico (65-70 grammi per 100g di alimento, contro i 20-25g di un taglio di carne magra), rende la Spirulina un alimento particolarmente utile e nutriente anche per la popolazione sedentaria. Il buon profilo amminoacido, può rappresentare un valido aiuto per coprire il fabbisogno di amminoacidi essenziali nelle persone che seguono una dieta vegetariana stretta (vegana). La sua particolare parete cellulare, priva di cellulosa e di tipo mucoproteico, le conferisce inoltre una buona digeribilità.

La Spirulina sembra possedere anche un certo effetto sul controllo dell’appetito.

Quando viene assunta prima dei pasti, accelera la comparsa del senso di sazietà (probabilmente grazie all’abbondanza di nutrienti, in particolare di proteine, ed al loro effetto sulla secrezione di CCK) e può in tal senso trovare spazio nelle terapie dietetico-comportamentali volte alla riduzione del peso corporeo.

Soddisfando eventuali carenze vitaminiche o minerali, la Spirulina potrebbe anche contribuire ad attenuare la comparsa di crisi bulimiche. Si tratta comunque di ipotesi sfruttate perlopiù a fini commerciali, dato che non esistono sufficienti basi scientifiche per giustificare un utilità della Spirulina nel controllo del peso corporeo.

Per tutte queste sue caratteristiche positive, la Spirulina si è guadagnata l’appellativo di “alimento del futuro”.

SPIRULINA 100

grammi

per

porzione (10 g)

Kcal 290 29
Kjoule 1214 1214,4
Carboidrati (g) 24 2,4
Grassi (g) 8 0,8
Proteine (g) 57 5,7
Colesterolo (g) 0 0
Fibre (mg) 3,6 0,36
Ferro (mg) 28,5

(158%)

2,85

(15,8%)

 

Rame (mg)

6,1

(305%)

0,61

(30,5%)

Manganese (mg) 1,9 (95%) 0,19

(9.5%)

Magnesio (mg) 145 (49%) 14,5 (4,9

%)

Riboflavina (mg) 3,7

(216%)

0,37

(21,6%)

Tiamina (mg) 2,4

(159%)

0,24

(15,9%)

Vitamina B12 (mcg)* 0 0
Valori nutrizionali SPIRULINA essiccata

*La vitamina B12 si trova, come del resto in tutti i vegetali, in una forma non assimilabile dall’organismo. Le sue caratteristiche nutrizionali sono simili a quelle di altre alghe verdi-azzurre meno conosciute, come la klamath o la clorella.

Dosi di assunzione ed effetti collaterali

La dose consigliata è di 10 grammi al giorno, un quantitativo apparentemente modesto ma che è in grado di coprire, da solo, buona parte del fabbisogno quotidiano di molti nutrienti come la vitamina A ed il ferro.

Nonostante l’elevata presenza di proteine, minerali, vitamine e lipidi, una porzione da 10 o 20 grammi non può essere considerata un alimento completo e come tale non può sostituire ad un normale pasto. Se utilizzata come supplemento dietetico, la Spirulina può comunque rappresentare un aiuto importante nella copertura dei fabbisogni dei vari nutrienti. Il Ministero della Salute ne sottolinea l’effetto fisiologico utile per “l’azione di sostegno e nutriente”.

Spirulina: indicazioni e controindicazioni

Numerose indicazioni e assenza di controindicazioni…”il nutrizionista” analizza la Spirulina:

Acidificazione dell’organismo

Per essere in buona salute, è necessario che nell’organismo ci sia equilibrio tra le sostanze basiche e quelle acide. Attualmente lo stile di vita e l’alimentazione moderna, che si discosta molta da una corretta alimentazione, tendono ad acidificare il terreno e quindi a produrre un numero elevato di disturbi (spossatezza, depressione, eczemi, reumatismi etc). Per la ricchezza di minerali basici, la Spirulina contribuisce a ristabilire l’equilibrio acido-base rendendo più alcalini i tessuti.

Acne

L’elevato contenuto di vitamina A rende la spirulina un mezzo eccellente per contrastare l’acne. Questa vitamina, infatti, regolarizza il funzionamento delle ghiandole sebacee e ne evita l’eccessiva secrezione e la congestione.

Anemia

La Spirulina è particolarmente efficace nella lotta contro l’anemia. Non solo apporta molto ferro, ma contiene anche nutrienti come le vitamine E,vitamina B12, l’acido folico e il rame, necessari per l’utilizzo ed il fissaggio del ferro.

Convalescenza

Per l’ampia gamma dei nutrienti che la compongono e la loro pronta disponibilità, la Spirulina è particolarmente indicata per aiutare il recupero delle energie nei convalescenti e nelle persone debilitate da una malattia o da un intervento chirurgico.

Cuore e vasi sanguigni

L’assunzione di Spirulina è raccomandata in caso di malattie cardiovascolari. La vitamina F evita la formazione dei depositi di colesterolo, la vitamina E diminuisce i rischi di viscosità e di coagulazione del sangue (embolia), la vitamina A combatte la sclerosi dei vasi e il magnesio sostiene il lavoro del muscolo cardiaco.

Diabete

Il consumo regolare di Spirulina si è dimostrato efficace per diminuire il fabbisogno di insulina, moderare l’appetito incontenibile ed evitare fluttuazioni troppo forti della glicemia.

Dismenorrea o irregolarità del flusso mestruale

La Spirulina apporta abbondanti quantità di vitamina E che ha anche la funzione di regolarizzare il funzionamento delle ovaie.

Quanto alla vitamina A, diminuisce i disturbi congestivi e i dolori premestruali, mentre il ferro previene la spossatezza e l’anemia che accompagnano i periodi premestruali.

Eczemi

Le malattie della pelle compaiono quando le ghiandole sudoripare e sebacee non riescono a eliminare tutte le scorie. Le vitamine del gruppo B presenti nella spirulina stimolano il metabolismo della cute, la vitamina A quello delle ghiandole sebacee e la vitamina E conferisce morbidezza e tonicità alla pelle favorendo il processo di cicatrizzazione.

Gravidanza

Tradizionalmente, le donne delle tribù che vivono sulle sponde del lago Ciad dove cresce la spirulina consumano quest’alga in abbondanza durante la gravidanza per “proteggere” il nascituro.

Questa protezione, che per loro ha un carattere magico, si spiega perfettamente con l’abbondante consumo del’alga che fornisce tutta una serie di nutrimenti necessari allo sviluppo del feto, allontanando i rischi di eventuali malformazioni e disturbi organici dovuti alle carenze.

Ipercolesterolemia

Quando il colesterolo si combina con gli acidi grassi saturi, si formano dei composti stabili che rendono il sangue più denso e creano dei depositi.

Con l’apporto di numerosi acidi grassi insaturi di cui è ricca la Spirulina, è possibile bloccare questo processo e abbassare il livello di colesterolo.

Gli acidi grassi insaturi si sostituiscono a quelli saturi nel combinarsi con il colesterolo formando un composto solubile che lascerà facilmente il sangue per raggiungere le diverse ghiandole dove sarà utilizzato per la produzione di ormoni, sali biliari etc.

Obesità

La Spirulina facilita la perdita di peso. Assunta prima dei pasti, ha un effetto spezza fame, poiché l’abbondanza dei suoi nutrimenti fa si che la sensazione di sazietà venga raggiunta più velocemente. Inoltre, nonostante l’importanza degli apporti, il suo valore calorico è ridotto (20 cal per 100 g).

Quest’alga permette quindi di essere ben nutriti senza mangiare molto. Soddisfando le carenze in profondità, le deficienze che provocano disordini alimentari compulsivi (crisi di bulimia) diminuiscono sempre più.

Occhi

Poiché la vitamina A si trova in abbondanza nella Spirulina, quest’alga è indicata per i problemi oculari quali la sensibilità alla luce, la difficoltà di vedere al buio, le irritazioni e le infiammazioni, la cataratta e, in generale, per i disturbi della vista.

Sistema immunitario

La spirulina agisce sul sistema immunitario rafforzandolo, la vitamina F favorisce la produzione di prostaglandine, il magnesio e il ferro permettono di combattere più efficacemente gli aggressori, la vitamina E protegge i tessuti dai radicali liberi e il pigmento blu della Spirulina, la ficocianina, aumenta la produzione dei linfociti e diminuisce il rischio di neoplasie.

Terza età

L’invecchiamento patologico e accelerato dei tessuti, dovuto in gran parte alle carenze, può essere prevenuto somministrando i diversi nutrienti presenti nella Spirulina.

Tumori

Numerosi nutrienti contenuti nella Spirulina sono noti per essere attivi contro i tumori: la vitamina E e il selenio come antiossidanti, il magnesio e il germanio come antitumorali, la vitamina F per il suo ruolo a livello del sistema immunitario e sull’impermeabilità delle mucose, e la vitamina A per il suo effetto protettivo contro lo sviluppo dei tumori.

 

Continua a seguirmi nei prossimi articoli.

Non dimenticarti di commentare l’articolo qui sotto, e magari di girarlo a qualche tuo amico.

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>