La Vitamina A è la “vitamina della vista” per eccellenza e, forse non tutti sanno, che è importante per la visione notturna o crepuscolare, cioè per vedere in condizioni di scarsa luminosità.  

Carenze di Vitamina A, infatti, si manifestano principalmente come una diminuzione della capacità di vedere bene anche dopo il tramonto o in condizioni di scarsissima luce.  

Seguendo una dieta sana ed equilibrata nei paesi occidentali e in Italia è difficile mostrare una carenza di Vitamina A. Essa si trova, infatti, in molti alimenti sia di origine animale sia di origine vegetale, rendendola quindi disponibile anche per chi segue un regime alimentare vegetariano. 

Tra le fonti animali si ricordano fegato, latticini, uova e pesce, mentre tra le fonti di origine vegetale ricordiamo soprattutto la frutta e la verdura di colore giallo-arancio come albicocche, carote, melone, peperoni, ma anche broccoli e verdure a foglia verde. Frutta e verdura contengono precursori della Vitamina A (i carotenoidi)
che vengono trasformati in Vitamina A dalle reazioni chimiche che avvengono nelle cellule dell’organismo.  

Fonte: Longe, J.L. ed, The
Gale Encyclopedia of Alternative Medicine, second edition, 2004.

 

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>